12 dicembre 2018 a Messina - “La fortuna di avere un maestro. Filippo Bartolone: parola e memoria”

All'Università di Messina, un evento per ricordare il professore Filippo Bartolone, filosofo e cristiano, che con il suo insegnamento, ha segnato l'ambiente accademico messinese e i percorsi di ricerca portati, poi, avanti dai suoi stessi allievi e discepoli. Bartolone è stato relatore della tesi di laurea di sr. Nunziella, dell'allora giovanissima Nunziella, che ha seguito le sue lezioni, partecipato a momenti di studio e condiviso tanto importanti quanto feriali momenti di ricerca della "verità", all'Università come nello studio di piazza Zaera, ai convegni di Stresa come nella condivisione di momenti di vita quotidiana con la famiglia.

Proprio a motivo di questo rapporto, è stato chiesto a sr. Nunziella di dare un suo contributo per far conoscere la figura di Filippo Bartolone e, in particolare, per presentarne i tratti della spiritualità.

L'evento, dal titolo “La fortuna di avere un maestro. Filippo Bartolone: parola e memoria”, è promosso dall'Accademia Peloritana dei Pericolanti e sarà coordinato dalla prof.ssa Gensabella e dal prof. Cicero.

 

Un bel gruppo di ragazze ha accolto l'invito di trascorrere insieme, in un clima semplice e gioioso, la Festa dei Santi a partire dai primi Vespri.

Già intorno alle 17 sono giunte a Casa Madre ben equipaggiate di splendenti sorrisi e vettovaglie allegramente preparate per rendere più gustosa la festa.

La Celebrazione Eucaristica, preceduta dalla possibilità di celebrare il Sacramento della Riconciliazione, ha subito unito, così, Cielo e terra nella gioia dell'incontro con Gesù.

E poi… seguendo le "frecce" dei giovani testimoni cristiani… tutte nell'ampio ingresso pronte a giocare "combattendo" vizi e "guadagnando" virtù, nelle varie sfide che hanno visto "ALI" vs "AUREOLE" (vittoria schiacciante delle seconde!).

Seguendo le frecce, ci si sposta ancora, verso il refettorio, questa volta, per condividere le buonissime cose portate e per approfittare un po' di questo tempo per conoscersi meglio.

E dulcis in fundo… un momento speciale, in Cappella, tutti gli occhi sono adesso su Gesù… presente nel Santissimo. Proprio Lui è il vero protagonista della festa, l'Amico per il quale tutti i Santi hanno dato la vita, l'Amico che per loro e per noi ha dato se stesso sulla Croce!

Stare insieme è stato veramente bello e ormai è notte e giunge il tempo di andare, qualche genitore, stanco ma sorridente, cerca di recuperare le proprie figlie immerse in abbracci di saluto… La festa è finita, il cammino è iniziato e la gioia non si fa attendere!

 

Mercoledì 31 ottobre, nello splendido Santuario di Montalto, la comunità delle Suore del Bell'Amore di Messina, in collaborazione con le altre realtà presenti nella parrocchia, ha animato una veglia di preghiera in preparazione alla festa di tutti i Santi. È stato un momento bello e intenso che ha visto la partecipazione di adulti e di giovani; l’atmosfera, inoltre, è stata resa ancora più orante e suggestiva dal suono della cetra.

Una serata di preghiera che potrebbe ripetersi, in un luogo così significativo per la città, che, così come augura lo stesso Rettore, don Lorenzo, si spera possa sempre di più essere un centro focale per Messina.

"Sabato 20 ottobre abbiamo fatto, qui in comunità, la prima “GBA-bambine e ragazze” (dai 5 ai 12 anni) di quest’anno. Il tema, ispirato al Punto Luce del mese “Costruire tanti santuari mariani ….di pietre vive”, è stato svolto attraverso parole, giochi e attività. Abbiamo iniziato alle ore 12.00 con l’accoglienza e le presentazioni, realizzando un grande cartellone con una chiesa fatta da tanti mattoncini e i nostri nomi. Alle 13.00 circa: pranzo insieme, condividendo quanto ciascuna aveva portato e, grazie alla bella giornata, preparando una bella tavolata all’aperto, in giardino. Poi, la sistemazione e il riordino, un gioco, sempre in tema (una specie di staffetta con un percorso da fare con dei “mattoni”) e infine, con un’attività creativa (la realizzazione di una “pietra viva” che simboleggiava ciascuno di noi) siamo entrati nel vivo dell’incontro con la consegna dello “yoga mariano”, il grande segreto che ci aiuta a diventare dei veri cristiani ….grazie a “Maria”! Alle 15.45, al momento dell’arrivo dei genitori, un breve momento di condivisione di quanto avevamo vissuto, un piccolo dono per tutti (una decina di Rosario, che abbiamo anche recitato per le intenzioni del Papa e l’unità della Chiesa).

Prossimi appuntamenti: con le più grandi (scuola media) ogni sabato dalle 15.30 alle 16.30, con le più piccole (scuola primaria) ogni 3° sabato del mese (dalle 12.00 alle 16.00), iniziamo anche  l'incontro mensile per i giovani"

sr. Emma

Informazioni aggiuntive