Per me comunicare è parte integrante dell'Amore. Come ogni giorno ho bisogno di mangiare, di dormire... di nutrirmi dell'Eucarestia, così debbo anche, quotidianamente, vivere la comunione concreta con qualcuno, donando la mia esperienza di vita o attraverso un incontro, o una lettera, o una telefonata... La mia vita, la mia esperienza di Dio deve entrare in circolo nel Corpo mistico sia a livello dell'essere, sia della comunicazione verbale, perché non sono un puro spirito, ma una creatura umana. Nella Trinità tutto circola. Anche noi dobbiamo vivere in comunione o, per così dire, "in Trinità", costituendo ogni giorno delle cellule vive del Corpo mistico, quasi "trinità concrete" con le sorelle e i fratelli che Dio ci dà, questi ultimi/e diventano così la porta d'entrata nel Corpo mistico totale.
La comunione è la mia natura e la mia grazia.

Print