Anche in Baviera l'amore concreto tiene testa al Covid

Condividiamo un piccolo aggiornamento che giunge dalla comunità di Monaco

I giorni qui passano veloci nella laboriosità e creatività. Siamo quotidianamente in contatto telefonico o telematico con persone di varia età e condizione sociale che sosteniamo sia spiritualmente sia materialmente. L´inserimento nell´attività pastorale della Missione cattolica italiana e della parrocchia del Duomo ci vede coinvolte in un´intensa esperienza di comunione cristiana che fa di molte membra, di molte funzioni, un corpo solo: a chi, impossibilitato per vari motivi, non può fare la spesa o andare in farmacia, non manca l´aiuto concreto di qualcuno che abita in quella zona e offre lì la propria disponibilità; a chi è sconfortato per la solitudine o provato dal lutto a causa della pandemia, è dispensato coraggio, ascolto, appoggio, interessamento; a chi è lontano o in ospedale, è inviato un pensiero, una letterina. Più di tutto però è di forza la preghiera. É richiesta da tutti, è organizzata in molti modi, è pane quotidiano che si sta imparando a riassaporare. La S. Messa domenicale e le liturgie pasquali, a cominciare dal triduo, costituiscono per tutti l´appuntamento irrinunciabile che sia la Cappella della Missione sia il Duomo trasmettono via streaming. Le suore vi siamo impegnate in prima linea e davanti al miracolo dell´altare, offerto esplicitamente per tutti, diventiamo testimoni, ogni giorno di più, dell´unità che Gesù fa oltre ogni tipo di distanza!

sr. Zaira - Monaco di Baviera

Print