4 giugno - Diva inizia il Noviziato

Gioia a Casa Madre per l'ingresso al noviziato di Diva, che inizia una tappa fondamentale della sua formazione alla Vita Religiosa.

Un rito semplice, a cui ha partecipato tutta la comunità, nel quale le è stata consegnata la medaglia dell'Istituto, segno dell'inizio della vita religiosa e le Costituzioni, la regola che, in questi due anni, Diva imparerà a conoscere, vivere e osservare per rispondere con generosità e gioia al dono della chiamata tra le suore del Bell'Amore. Il cammino del noviziato dura due anni, al termine dei quali la novizia emette la sua prima professione ovvero "diventa suora". Un particolare molto bello: Diva ha ricevuto la medaglia appartenuta a sr. Marianna Vittoria, una suora italo - inglese andata in Cielo circa due anni fa, che ha certamente goduto nel vederla consegnare alla prima novizia di lingua inglese dell'Istituto.Diva, che già da più di un anno condivide la vita con la comunità, continuerà il suo cammino a Casa Madre, insieme a Silvia novizia da qualche mese, imparando giorno dopo giorno ad amare Gesù, l'Unigenito, sulla strada dell'obbedienza, della castità e della povertà, alla scuola di Maria.

S. Cipriano d'Aversa (CE) POMERIGGIO DI FAMIGLIA “Insieme con Maria” del 19 maggio 2019

Sono le ore 16.00. Siamo quasi pronte ad accogliere tutti quelli che parteciperanno al pomeriggio di famiglia. Sono già con noi alcuni gruppi parrocchiali, si danno da fare per gli ultimi preparativi. L’incontro lo sentono loro: in fondo averlo preparato lungamente insieme con incontri regolari, vedendone i dettagli, li ha resi responsabili e protagonisti. Nel giro di poco il cortile si riempie e raggiungiamo un numero di circa 250 persone. I gruppi presenti sono tanti: la parrocchia di S. Croce con i volontari che si occupano dei malati, il gruppo giovani, il Rinnovamento nello Spirito, i catechisti e il coro parrocchiale che animerà la S. Messa; la parrocchia di S. Giuseppe con l’UALSI assieme ad alcuni fratelli diversamente abili e i catechisti; la parrocchia dell’Annunziata con l’Azione cattolica e il coro che animerà i canti durante l’ incontro; la Parrocchia di S. Nicola di Casal di Principe con il gruppo delle Majorettes e l’Azione cattolica; l’associazione ‘Omnia onlus’, l’associazione ‘Nella rete’, alcune ragazze di un’accademia musicale di San Cipriano, l’associazione musicale ‘Controtempo’…ci raggiungono don Sebastiano, don Antonio, don Giovanni, don Franco, Vicario Generale, e naturalmente il nostro vescovo che starà con noi tutto il tempo fino alla S. Messa. Ci raggiunge anche il sindaco di S. Cipriano. Presenti alcune colleghe di sr. Antonella.

Tanti delle parrocchie, tanti di San Cipriano e paesi vicini, altri ancora da vari paesi della diocesi che ci conoscono o che partecipano regolarmente ai nostri incontri. Non mancano i nostri vicini di casa. E’ veramente una festa!

Diamo inizio al pomeriggio con un caloroso benvenuto, un canto e due numeri delle majorettes, dagli 8 ai 21 anni d’età, della parrocchia di S. Nicola danno il tocco iniziale di festa e di gioia. I vari gruppi si presentano nei modi più variegati, canti, corali, danze (flash mob), mimi, il tutto alternato da canti. E’ anche l’occasione per consegnare il premio “letterario mamma Lilla 2018” a due alunne del liceo che ancora non l'avevano ricevuto. Dopo questa prima parte, il mimo sull’Annunciazione di una giovane alunna di sr. Antonella, introduce il tema “Insieme con Maria”, fatto da sr. Giovanna, per dire a tutti la bellezza del farsi vivere da Maria e partecipare della sua vita.

A questo fa seguito l’intervento del Vescovo mons. Angelo Spinillo il quale riprende le parole del tema e ringrazia le suore per aver dato l’opportunità di fare un’esperienza di Chiesa dove ciascuno non rimane chiuso in se stesso, ma mette i propri talenti a disposizione degli altri.

Le testimonianze proposte sono state molto sentite iniziando dal priore e vice priore della Confraternita dell’Annunziata, con la loro devozione a Maria; Raffaela, catechista dell’Annunziata, col suo dono al Signore di una figlia suora; Adriana, con la sua esperienza di malattia e di dono ai figli nella sofferenza; per finire Nevia, con la sua esperienza di adozione di un figlio tredicenne. Terminiamo con un canto e diamo la parola al sindaco il quale esprime la sua soddisfazione per la manifestazione.

Per la S. Messa, a causa del vento freddo, ci trasferiamo nella cappella di giù. Tutti si prodigano per trasportare le sedie. Siamo un po’ “stretti”, ci sono sedie anche in sacrestia, ma il clima è molto sereno e le persone rimangono molto attente nonostante tutto. Canta il coro della Parrocchia S. Croce. Don Franco Picone, vicario generale, conclude la celebrazione ringraziando le suore per aver dato a tutti l’occasione di vivere insieme questo pomeriggio. Tra l’altro afferma che spesso ciascuno è tentato di chiudersi nel proprio orticello, e queste occasioni aiutano ad uscire fuori e a fare un’esperienza di comunione vera.

Al termine della S. Messa offriamo un gelato: ancora un'occasione per continuare a godere dello stare insieme.

Dalla Comunità si S. Cipriano

A KINSHASA… I LAVORI PROCEDONO!

Ecco le prime pareti della casa tirate su a Kinshasa! Si lavora sodo, tutti danno una mano come possono.

2009-2019. LA COMUNITÀ DI MESSINA COMPIE 10 ANNI!

Lo scorso 11 aprile, con una Messa di ringraziamento celebrata al Santuario di Montalto di Messina, le suore insieme a p. Lorenzo e a tutti i fedeli hanno ringraziato Dio per i 10 anni di presenza della comunità nella città.

NOTIZIE DA KINSHASA

Si sa che "La gioia con-divisa si moltiplica"… e non conosce confini! Continua la festa e il rendimento di grazie per la Professione perpetua di sr. Christine e tocca anche la terra d'Africa!

Il 2 aprile alle prime luci dell'alba sr. Christine è partita da Roma per andare per qualche tempo nella Repubblica Democratica del Congo, terra che quasi "per contagio" tanti di noi hanno iniziato a conoscere, amare e portare in cuore. Un viaggio di una giornata che a sera l'ha portata all'aeroporto di Kinshasa dove vi erano già alcuni membri della sua famiglia che si sono "aggiudicati" il compito dell'accoglienza tra i non pochi familiari e amici in lizza per questa "missione". Sono passati quasi quattro anni dall'ultima volta che sr. Christine è andata in Africa, non si fa fatica ad immaginare il clima di festa al suo arrivo.

La prima suora del Bell'Amore che viene dall'Africa, la prima suora del Bell'Amore che, col suo abito celeste, mette piede nella Rep. Dem. del Congo e con lei arriva una realtà, il cuore di tante persone che si sono lasciate coinvolgere in vario modo per fare sentire a questi fratelli il proprio desiderio di condivisione, la propria vicinanza fraterna perché in Cristo sappiamo di essere un'unica famiglia, o, per dirla con Paolo, un solo Corpo unito nel mistero della Comunione.

Sono trascorsi solo una decina di giorni ma molto laboriosi, tutti si stanno prodigando per mettere in circolo ciò che molte persone hanno voluto inviare da qui. sr. Christine è infermiera e ostetrica, figura che in alcuni Paesi africani è spesso l'unico punto di riferimento sanitario per molti. Grazie al contributo di una farmacia campana ha portato tante medicine di cui c'è bisogno ma che non sono di facile reperibilità per la gente a motivo dei costi inaccessibili ai più; ha inoltre già aiutato una mamma a dare alla luce il suo bambino.

Tanti i bambini che con molta gioia hanno accolto piccoli doni provenienti dall'Europa. Intanto con un vero e proprio cantiere stanno mettendo su una casa in muratura con le sue prime tre stanze e uno spazio in cui allevare alcuni animali, vera fonte di sostentamento. Tutti, familiari, vicini, amici, anziani giovani e bambini si stanno adoperando perché l'amore entri in circolo e quanto si riceve possa essere messo a servizio degli altri, perché l'amore resta tale se non smette di circolare tra tutti.

Piccole cose, piccole gocce per non dimenticare che ogni persona che incontriamo sul nostro cammino ci "sta a cuore", è Gesù stesso che reclama il nostro amore perché Gesù ci ha detto che "Ogni volta che avete fatto queste cose ad uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatta a me" (Mt 25,40).

NEWSLETTER

 Per iscriverti alla newsletter clicca qui

Seguendo il link richiederai di ricevere il tweet quotidiano di sr. Nunziella e i vari aggiornamenti suelle attività delle Suore del Bell'Amore tramite whatsapp. Riceverai un messaggio di conferma sul tuo numero.

Con l'iscrizione accetti di ricevere i messaggi della nostra newsletter sul tuo telefonino. L'iscrizione non comporta l'inserimento in un gruppo ma in una lista broadcast.

 

Tweet di sr. Nunziella